COME E' NATO UOMOSACRO

UOMOSACRO è tutto il terreno, tutto il campo di espressione, esplorazione, scoperta, e anche di connessione della SACRALITA' del MASCHILE, è il progetto che più mi sta a cuore, che nel tempo si è definito via via con tanti e differenti contributi e che solo negli ultimi anni dal 2015 ha finalmente preso una forma e poi un nome UOMOSACRO, appunto.

Sono andato avanti nella mia vita collezionando esperienze, studiando e appassionandomi a diversi percorsi, conoscenze e corpi di conoscenza antichi e recenti, a volte anche enormemente distanti, che poi magicamente si sono rivelati ai miei occhi come le tessere di un puzzle più grande. Ho cominciato a vedere le connessioni sottili tra i diversi piani, tra gli ambiti e le esperienze differenti, ho usato il mio sentire e il mio intuito per scoprire che naturalmente le cose si posizionavano in un determinato modo, e poi in un altro.

Forme e colori che si componevano da soli, nella mia vita, nella mia limitata capacità di comprendere la vita, secondo un senso ed un disegno che, poi pian piano ho cominciato a riconoscere, ed ecco che alla fine ne è venuta fuori una mappa, un cammino possibile.

566c7bedb7fef2dc74d90bb339d748e7.jpg


Credo che con il tempo questo sarà, in qualche modo, una vera e propria cartografia dell'uomo, del maschile, del processo interiore ed esteriore che è l'essere un UOMOSACRO e delle sue connessioni con il mondo e con il tutto.

Si tratta di una mappa, di una conoscenza che io non possiedo, che nessuno possiede integralmente, fortunatamente! Di un puzzle che si comporrà con le parti e le energie di ogni uomo che si impegnerà in un proprio cammino di consapevolezza, ovunque, e che vorrà condividerlo, in qualsiasi modo decida di farlo.

Una mappa che si integrerà con altro, via via che le conoscenze emergeranno, gli incontri, gli eventi, le manifestazioni e le consapevolezze convergeranno, acquisendo sostanza, spessore, luce, e immancabilmente, generando, nello stupore di tutti, un continuo mutamento nel paesaggio di quello che è "essere nell'energia umana, nell'energia maschile e in quella femminile",  che è essere nel processo di questa manifestazione che oggi chiamiamo UOMO.

Vedo intorno a me tanti che si attivano in questo, anche autorevoli e carismatici guide e maestri, vedo apparire e brillare maestosi sentieri del "sacro fuoco di portare alla luce il maschile più alto", sostenendoci nel "manifestare finalmente il nostro più alto Sè".

Vedo possenti fiumi che, già molto intensamente, scorrono, slegano e svelano, e questo mi piace! so che siamo tutti portatori di acqua verso uno stesso oceano e che per quanto piccolo possa essere, questo è il mio contributo, e sono onorato di sentirmi chiamato a portarlo, qui e ora, fino a quando le acque confluiranno come e dove devono, altro non so.

Quindi per rispondere meglio UOMOSACRO è il mio contributo e impegno alla riscoperta/evoluzione del SACRO MASCHILE, come contributo alla SACRA UMANITA'.

Le direzioni di questo lavoro sono 5:

- una relazione sana con il proprio corpo, la mente e la propria energia
- un'intimità prolungata e sempre più profonda con se stessi, con il partner e nelle nostre relazioni primarie
- la sessualità in sintonia con il corpo, l'anima e lo spirito
- il portare gentilmente noi stessi nel mondo e partecipare nel mondo con la nostra creatività
- il percepire la connessione profonda con la vita, con gli altri e poter sentire che ci apparteniamo tutti.

Condividere queste cinque dimensioni è già essere nel viaggio, portare via via nella vita, nel quotidiano sempre più attenzione a queste dimensioni è il viaggio di ognuno, ed è davvero bello, che lo si capisca o meno, che nessuno possa avere tutto già definito, che nessuno possa avere l'intera soluzione, che l'oceanica presenza alla fine sia solo e sempre l'uno.

Possiamo solo affidarci a noi, alla vita, agli altri, e continuare il viaggio.

Francesco Shunyam
www.shunyam.it/blog-clog